Il 16 novembre 1894 vi fu un primo terremoto, che non fece vittime, ma danneggiò gran parte degli edifici, tanto che Villa entrò nel novero dei paesi terremotati e poté usufruire della legge nº535 dell'8 agosto 1895. Ferries from Villa San Giovanni: information and connections with Sicily. Le chiese villesi datano la loro fondazione e costruzione originaria fra il XVIII ed il XIX secolo; dopo la distruzione causata dal disastroso terremoto del 1908, sono state tutte ricostruite fra gli anni venti e sessanta del secolo scorso. Nei decenni seguenti le compagnie private di traghettamento si espansero sempre di più, sino a superare le FS: oggi le società dichiarano di trasportare l'80% del traffico di veicoli sullo Stretto, trasportando annualmente 2 300 000 automobili e 800 000 veicoli commerciali[4]. Nel 1952 iniziò la sua attività la fabbrica ISA, con la produzione di componenti per sedie, a cui si aggiunse in seguito la produzione di porte. Free WiFi in public areas, a terrace, and a garden are available at this bed … La città si affaccia sullo stretto di Messina ed il suo porto è il terminal principale del traghettamento per la Sicilia. Find the travel option that best suits you. 6 Locali. Furono eletti dapprima due e poi tre deputati per l'esecuzione dei lavori, ricordati nell'epigrafe collocata nella fontana insieme all'intendente Bonaventura Palamolla, mentre non si fa menzione di colui che era stato l'ideatore di questa fontana, nonché il fondatore di Villa San Giovanni, cioè Rocco Antonio Caracciolo. Martino Ybañez y Villanueva, il quale vi notò tre altari dedicati a San Martino, Sant'Antonio di Padova e San Giovanni Battista. 57 del D.Lgs n. 165/2001 e … Il grande palazzo fu poi venduto all'asta ai fratelli Caminiti di Domenico Antonio, che erano allora maestri di posta per Villa e dintorni. Verso il 1926 venne ceduta al toscano Egidio Dei, già direttore della stessa; allora era dotata di circa 25 seghe circolari. Villa San Giovanni is a town and comune in the province of Reggio Calabria, Calabria, southern Italy. Il quartiere di Pezzo si sviluppa lungo la costa dalla fine dell'adiacente centro di Cannitello sino al porto di Villa e sino al centro cittadino all'interno. Villa ha attraversato uno dei periodi più difficili della sua storia fra il 1985 ed il 1991, periodo in cui una violentissima faida fra famiglie di 'ndrangheta ha insanguinato il reggino, coinvolgendo anche la cittadina dello Stretto e mietendo numerose vittime nella cittadinanza villese, fra cui il vicesindaco della città Giovanni Trecroci, assassinato l'11 febbraio 1990. Finì così l'era del monopolio delle Ferrovie dello Stato e le conseguenze per Villa non tardarono. Prima di allora i morti venivano seppelliti nelle chiese o in determinati fondi di campagna usati a tal fine. Tuttavia, a causa del tradimento di alcuni pirati cilici (che si misero d'accordo con Verre, il famigerato governatore della Sicilia), fu costretto a rimanere fermo,si pensa in Aspromonte, nonostante il tentativo di attraversare lo stretto a bordo di zattere improvvisate che però non riuscivano ad assicurare l'approdo, anche perché Verre aveva nel frattempo fortificato le coste nei pressi di Messina e Crasso scavato la fossa a Vla). In più la perdita dell'autonomia amministrativa avrebbe fatto svanire l'identità di Villa, ridotta a mero quartiere della Grande Reggio. Municipio Geografia fisica Territorio. Tutti gli abitanti, compresi vecchi, donne e bambini, furono costretti a denudarsi e ad essere lavati con olio e aceto. Francesco Spatolisano, rappresentante legale della società Birra Aspromonte S.p.A., a cominciare la produzione industriale presso terreni fra Piale e Cannitello, ma il progetto decadde e non fu portato a termine. Villa San Giovanni in Provincia di Reggio Calabria (Calabria) with it's 13,747 inhabitants is located in Italy about 303 mi (or 487 km) south-east of Rome, the country's capital. La qualità della vita ne fu grandemente compromessa, nel senso che se le Ferrovie dello Stato avessero mantenuto il monopolio del trasporto, certamente si sarebbe avuta la periferizzazione dei punti di attracco delle zattere (n.d.r., le unità navali destinate al traghettamento degli autoveicoli). Affari Generali e Protocollo Centralino automatico 0965-7934211 A Villa e a Pezzo molti erano i carbonari e molti furono i tentativi di sedizioni rivoluzionarie in quegli anni, come in tutta Italia. Nel 1823 venne deciso che il primo vapore di Florio dovesse fermarsi a Villa per prendere i passeggeri e la posta per Napoli, ma di nuovo i reggini pretesero e ottennero che il vapore si fermasse a Reggio, come capoluogo di provincia. A Villa si contarono 367 morti su 4 325 abitanti, l'8 % della popolazione; ad Acciarello 299 su 2 125 (il 14% della popolazione); a Pezzo 32 su 552 (il 5%). L'iniziativa, fomentata soprattutto da carbonari villesi, cui partecipò anche il giovane Rocco Larussa, divenuto poi celebre scultore, fallì a causa del tempestivo intervento dell'intendente di Reggio, il generale Rocco Zerbi. Secondo quanto riferisce lo storico villese Luigi Nostro, negli anni successivi alla fine dell'Impero Romano d'Occidente, presso l'attuale quartiere di Pezzo sorse un nuovo centro abitato, chiamato Cene, che però subì un rapido abbandono fra l'850 e l'870 a causa delle incursioni saracene. Presto molti villesi seguirono l'esempio del Caracciolo e sorsero numerosissime filande fra Villa, Pezzo e Cannitello. Il territorio comunale sviluppa una superfice di 12,20 kmq. Dal 1903 Villa fu servita dall'acqua corrente e la fontana perse d'importanza; così venne dismessa e assunse il nome di Fontana Vecchia. Aggiungeva che la popolazione di quei centri era allora: Villa 7 089 ab., Cannitello 2 646, Campo 2 958 e Fiumara 2 241. Vendita medicinali. Inizialmente gli abitanti di Fossa cercarono di resistere, ma dovettero cedere. La presenza di tali istituti superiori fa di Villa una meta di pendolarismo per studenti provenienti da una vasta area della provincia di Reggio Calabria compresa fra Catona e la Piana di Gioia Tauro. Codice Istat 080096 Comune di Villa … Il sito fu distrutto una prima volta durante la seconda guerra punica, intorno al 214 a.C., dal generale cartaginese Annone. Ogni zona d'Italia, persino ogni comune, ha i suoi prodotti tipici, le sue … L'attività filandiera fu avviata nell'ultimo quindicennio del XVIII secolo grazie all'opera di Rocco Antonio Caracciolo, che già dal 1792 aveva reso operativi a Villa una filanda ed un filatoio, la prima situata fra il palazzo dei Caracciolo e l'attuale Fontana Vecchia, il secondo presso la strada Micene (l'attuale via Micene), vicino all'odierno asilo salesiano. In 2010 its population was 13,747. Ma neanche il Duca si curò di loro: prima negò la peste e finse di mostrarsi irritato per l'atto compiuto dai reggini contro i suoi dipendenti, poi scaricò questi oneri sull'Università di Fiumara, promettendo il rimborso delle spese. Questa nuova chiesa venne nuovamente rasa al suolo a causa del devastante sisma del 28 dicembre 1908. Vinse a grande maggioranza la lista centrista, soprattutto a causa del timore, diffuso in quegli anni in tutta Italia, che una vittoria della sinistra avrebbe portato il paese nell'orbita dell'Unione Sovietica. Uno degli elementi principali dell'economia di Villa è costituito dai servizi di traghettamento per la Sicilia. Il 26 settembre dello stesso anno, constatando impresa difficile la conquista della Sicilia, Murat dismise l'accampamento di Piale e ripartì per la capitale. Furono pochissime le costruzioni a resistere al sisma. Oggi Villa si presenta ancora come una cittadina in continua espansione, registrando un importante aumento dei cittadini di nazionalità straniera nell'ultimo decennio. Realtà importanti erano il vecchio Cinema Caminiti, il Cinema Mignon e il Lido Cenide, allora uno dei più importanti lidi dello Stretto, fra i principali punti di aggregazione della società villese, capace di attirare artisti di fama nazionale come Little Tony. Statistiche demografiche, numeri utili, CAP 89018, prefisso e PEC. Villa aveva allora una popolazione di circa 1 200 abitanti. La chiesa venne distrutta dal terremoto del 1783 e ricostruita nel 1811, fase cui risale l'attuale campanile. Lista online farmacie e parafarmacie a Villa San Giovanni (Provincia di Reggio Calabria - Calabria). Attendendo di poter usufruire di veri e propri approdi, le zattere della Caronte provenienti da Messina sbarcavano presso Pezzo, finché la notte del 15 agosto 1968 non si abbassò il livello del sottopassaggio ferroviario fra la via Garibaldi ed il porto con camion e ruspe; successivamente venne costruito uno scivolo nel porto ed il 28 settembre 1968 iniziò le corse la prima linea di traghettamento privata fra Messina e Villa San Giovanni. Le maggiori filande a caldaia erano la filanda Eaton (3 caldaie, 35 cavalli, 128 bacinelle e 300 addetti), la filanda Erba (3 caldaie, 42 cavalli, 110 bacinelle e 253 addetti), la filanda Florio e Marra (2 caldaie, 14 cavalli, 120 bacinelle e 238 addetti), la filanda Caminiti Giovanni e figli (2 caldaie, 16 cavalli, 56 bacinelle e 136 addetti) e la filanda Lofaro Rocco e figli (2 caldaie, 12 cavalli, 60 bacinelle e 106 addetti). L'importanza di Villa San Giovanni andò gradualmente aumentando a danno di Reggio Calabria, in quanto l'itinerario ferroviario tirrenico, più breve di quello jonico, produsse lo spostamento del traffico ferroviario via mare sulle invasature villesi, che vennero aumentate e potenziate. Nel suo culmine la fabbrica Dei dava lavoro a circa una cinquantina di operai, più i boscaioli ed i camionisti che trasportavano il legno, che veniva soprattutto dall'Aspromonte, ma anche dalla Sicilia, dalla Sardegna e dalla Grecia. In seguito a una lunga opera di ristrutturazione, dal 2003 l'edificio ospita un centro commerciale. La fabbrica fu attiva sino ai primi anni ottanta, quando fu costretta a chiudere a causa della diminuzione delle richieste e dell'aumento delle esigenze di produzione. Il quartiere di Acciarello costituisce la parte più meridionale dell'abitato di Villa ed è prossimo alla località Bolano, che segna il confine col comune di Reggio Calabria. It is the main terminal of access to Sicily. La ripopolazione costiera accelerò nel XVIII secolo il progressivo declino di Fiumara di Muro, finché nel 1806 la riforma amministrativa attuata da Giuseppe Bonaparte soppresse definitivamente il regime feudale e la Signoria di Fiumara scomparve. 2.100 €. Ma furono inviati solo poche fave ed un bue, certamente insufficienti per tutti gli abitanti. La cittadina meritò allora il soprannome di piccola Manchester, in riferimento all'attività serica della città inglese di Manchester ed alla presenza industriale inglese. Da questo momento in poi non si hanno più tracce nella storia del sito.[2]. Le conseguenze per le città di Villa e Messina furono tuttavia in gran parte negative: «Il passaggio dal monopolio alla concorrenza, se apportò qualche vantaggio economico alle città dello Stretto in termini occupazionali, certamente creò grossissimi problemi alla cittadinanza. Centralissimo appartamento in immobile di prestigio ,in locazione a villa san giovanni, uso ufficio (a 10) … C. (per Senatoconsulto)». Trova alloggi in vendita di seconda mano al miglior prezzo a san giovanni la punta Oggi si presenta intensamente urbanizzato e densamente abitato. Villa San Giovanni, Via Siena, proponiamo in vendita vicino ai principali servizi e in zona ben servita, appartamento posto al quarto piano con ascensore. Egli, muovendosi da Napoli per la conquista della Sicilia (dove si era rifugiato il re Ferdinando IV sotto la protezione degli inglesi, un esercito dei quali era accampato presso Punta Faro a Messina), giunse a Scilla il 3 giugno 1810 e vi restò sino al 5 luglio, quando fu completato il grande accampamento di Piale. Il Comune di Villa San Giovanni garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ed il trattamento del lavoro, in conformità a quanto disposto dall'art. Il suo fulcro è l'omonima Punta Pezzo, il punto più prossimo alla sponda siciliana dello Stretto, dove si trova il nucleo più antico del quartiere ed il Santuario di Maria Santissima delle Grazie. Più all'interno, presso l'attuale centro di Villa, esisteva un borgo chiamato Fossa. Nello stesso periodo fu attiva a Villa un'altra fabbrica di pipe, quella dei Tripepi, sita presso la via Fontana Vecchia, anche questa scomparsa agli inizi degli anni ottanta. 18 Bar e caffe' a Villa San Giovanni e dintorni. Infatti qui era situato il Trajectum Siciliæ (in latino Passaggio verso la Sicilia), presso il sito dell'antica Colonna Reggina, da dove si attraversava lo Stretto per raggiungere l'isola. Case a Villa San Giovanni: annunci da privato a privato e di agenzie immobiliari. Il voto consiliare diede anche stavolta esito negativo: 15 contrari e solo 7 a favore. This is the version of our website addressed to speakers of English in the United States. Nelle mattinate invernali, dopo abbondanti piogge e solo in particolari condizioni di cielo sereno, può verificarsi il fenomeno della Fata Morgana: le particelle d'acqua rimaste sospese nell'aria dopo la pioggia creano come una gigantesca lente d'ingrandimento, facendo in modo che la costa siciliana appaia distante da quella calabra solo poche centinaia di metri, mentre in realtà distano ben 3 km. In totale, 698 morti in tutto il comune di Villa San Giovanni su una popolazione di circa 7 000 unità (stando ai dati del censimento del 1901). Notai - Studi Via Nazionale 321, 89018 VILLA SAN GIOVANNI (RC) … Bar e Caffe' Piazza Pretura 5, 89018 VILLA SAN GIOVANNI (RC) - … Nel 1969, con finanziamenti ministeriali ECER per 335 milioni di lire, si inaugurò la filiale della FIAT, operante sino alla fine degli anni novanta. Nei primi anni del XX secolo si completò la costruzione del porto e iniziarono le corse dei moderni ferry boats a vapore per Messina. Il rione maggiormente devastato fu quello dell'Immacolata. Ma presto arrivò la meccanizzazione e con essa, dopo l'Unità d'Italia, gli investimenti di imprenditori settentrionali e stranieri, come il milanese Adriano Erba e gli inglesi Thomas Hallam ed il nipote Edward J. Eaton, che aprirono varie attività in società con filandieri villesi. A Messina su 62 775 abitanti ne rimasero appena 11 436, vale a dire che vi furono 51 319 morti. Villa San Giovanni è una splendida villa situata a San Giovanni Teatino (CH), tra Pescara e Chieti, a pochi km dal casello autostradale di Pescara Ovest. In seguito alla successiva ricostruzione il campanile ha attualmente un'altezza minore della chiesa stessa. Lungo tutto il mese di aprile arrivarono a Napoli notizie confuse sulla situazione di Messina, sicché il governo non prese i provvedimenti necessari, mentre l'epidemia cresceva enormemente in quella città. via Giudice Nino Scopelliti, Villa San Giovanni, Provincia di Reggio Calabria. more. If you are a resident of another country or region, please select the appropriate version of Tripadvisor for your country or region in the drop-down menu. Questo fenomeno si verifica solo sul litorale calabrese guardando la costa siciliana e mai viceversa. Nel frattempo, l'edificio di culto (situato presso l'attuale piazza Pretura, dunque in un sito diverso dall'attuale) era già stato distrutto una prima volta dal terremoto del 1783: venne ricostruito definitivamente sullo stesso terreno nel XIX secolo, in un sobrio stile neoclassico. [3] Da allora in poi, il territorio compreso fra Cannitello e Catona lungo la costa e sino a San Roberto nell'entroterra appartenne alla Signoria di Fiumara di Muro. Info su Scuole, Banche, Sindaco ed … Ferries to Sicily » Ferries from Villa San Giovanni: information and connections with Sicily. Nel 1797 i villesi ottennero di poter eleggere dei propri sindaci (tre, secondo l'ordinamento dell'epoca) e si può datare all'anno successivo la nascita dell'Università di Villa San Giovanni, corrispondente all'attuale comune. Qui ha sede la parrocchia dei Santi Cosma e Damiano ed una scuola primaria, plesso del XXXVIII Circolo Didattico di Villa. 3 Notai - studi a Villa San Giovanni e dintorni. Il governatore Ferri ed i due sindaci fecero allora di Fossa il capro espiatorio dell'epidemia e ordinarono una spedizione contro il piccolo centro. Il Lido, creato nel 1955 e situato presso gli attuali imbarchi della Caronte&Tourist, cessò la sua attività verso la metà degli anni sessanta proprio a causa degli interessi legati ai nuovi imbarchi delle compagnie private di traghettamento. Venne elevata a parrocchia il 1º aprile 1971 ed affidata sin da quella data ai Padri Somaschi, che dagli anni novanta reggono anche la parrocchia dell'Immacolata e ora pure quella di Acciarello, dopo essere stati per anni a Piale. Il 19 marzo 1877 fu istituita la Società Operaia di Mutuo Soccorso, tuttora esistente ed operante. The cheapest way to get from Provincia di Caltanissetta to Villa San Giovanni costs only 50€, and the quickest way takes just 3¼ hours. Nei primi anni trenta il centro cittadino era in buona parte ricostruito, come testimoniano il Palazzo comunale (Palazzo San Giovanni), la Scuola Elementare centrale, la Chiesa dell'Immacolata e i molti edifici privati risalenti alla fine degli anni venti. Era già stata appaltata la costruzione del grande edificio destinato ad ospitare le Poste ed era già venuto a Villa il direttore Ristori per ordinare gli uffici, quando da Reggio fu preteso il trasferimento di tale ufficio nella città capoluogo, che lo ottenne. Ha sede nel comune la società di calcio A.S.D. Cosma e Damiano, Hotels near Casa Natale di Santa Eustochia, Fast Food Restaurants in Villa San Giovanni, Gluten Free Restaurants in Villa San Giovanni, Italian Restaurants in Villa San Giovanni, Mediterranean Restaurants for Large Groups in Villa San Giovanni, Mediterranean Restaurants in Villa San Giovanni, Pizza for Large Groups in Villa San Giovanni, Seafood Restaurants for Special Occasions in Villa San Giovanni, Seafood Restaurants in Villa San Giovanni, Vegetarian Restaurants in Villa San Giovanni, Late Night Restaurants in Villa San Giovanni, Restaurants near Altafiumara Resort & SPA. In generale, però, i francesi portarono pure delle ottime novità nel Regno, che furono mantenute dopo la restaurazione borbonica, come le scuole pubbliche, le poste, le banche, il telegrafo e (non ultima) la codificazione legislativa. Nacque nel XVIII secolo e prese il nome dalla famiglia degli Azzarello, profughi provenienti da Messina per sfuggire all'epidemia di peste del 1742-1743. Dopo l'Unità d'Italia, l'area, luogo strategico per la difesa dello Stretto, divenne un punto focale nel sistema nazionale di difesa delle coste con la costruzione del Forte Beleno di Piale nel 1888 circa, per far posto al quale venne abbattuta la Torre del Piraino, con l'annesso fortino murattiano. In quegli anni era intendente provinciale il principe Francesco Ruffo, fratello del cardinale Fabrizio Ruffo ed ultimo Signore di Fiumara di Muro e delle Motte vicine, il quale aveva avuto in quegli anni un'aspra vertenza civile con il Comune di Villa a causa di alcuni terreni aspromontani provenienti dal patrimonio feudale dei Ruffo, denominati Foresta d'Aspromonte, che erano stati assegnati al comune villese; ma, senza alcun sentimento di rivalsa, stabilì ugualmente nel 1823 che tenesse lezione a Villa due volte a settimana il maestro di nautica bagnarese Pietro Barbaro, essendo Villa, Pezzo e Cannitello località marittime. Infatti Villa veniva sempre più preferita a Reggio come principale punto di traghettamento verso la Sicilia, essendo la cittadina molto più vicina a Messina rispetto al capoluogo. A Villa hanno sede: il XXXVIII Circolo Didattico Giovanni XXIII, con sedi staccate di scuola dell'infanzia a Pezzo e Ferrito e di scuola primaria a Cannitello (dedicata a san Giovanni Bosco), Pezzo e Acciarello; la scuola secondaria di primo grado Rocco Caminiti, con sede staccata a Cannitello; una sezione staccata di I.P.S.I.A. La chiesa era frequentata e si davano alla popolazione le nozioni elementari del catechismo. Villa San Giovanni is a child friendly family restaurant and pizzeria with a large kids playground located at Wonderboom Airport in the north of Pretoria Nei primi mesi del 2008 è cominciata la demolizione del vecchio complesso e i lavori per la costruzione del nuovo centro. Le navi traghetto costituiscono ancora oggi una delle principali fonti di occupazione della città, ma gli occupati villesi in questo settore non raggiungono più le elevate percentuali dei decenni scorsi. Il 7 gennaio 1799 sbarcò a Pezzo il cardinale Fabrizio Ruffo, che iniziò da lì la sua riconquista del Regno di Napoli; dall'8 febbraio molti volontari della zona cominciarono ad unirsi all'esercito della Santa Fede presso Pezzo stesso. A partire dagli anni settanta Villa San Giovanni ha conosciuto una rapida crescita demografica, dovuta soprattutto ad un fenomeno di emigrazione interna che ha portato molti abitanti dei comuni limitrofi a spostarsi a Villa, prevalentemente per motivi di lavoro. The port of Villa San Giovanni is the main … La fontana venne eretta nel 1830 e reca sulla sommità l'epigrafe latina che ricorda gli esecutori: «Nel V anno di regno di Francesco I delle Due SicilieBonaventura Palamolla Prefetto della Calabria Prima UlterioreRaffaele Greco, Filippo Corigliano e Santo Coppolatriumviri incaricati della costruzioneS. Fra la fine del XVIII e la prima metà del XX secolo Villa San Giovanni era particolarmente famosa per l'allevamento del baco da seta e per le sue filande, di cui ora restano solo pochi ruderi delle 56 che operarono anticamente, le quali costituivano una importante fonte di lavoro e di sostentamento per la popolazione. Le altre chiese, situate nei quartieri e nelle frazioni di Villa, sono: il Santuario della Madonna delle Grazie di Pezzo; la Chiesa della Santa Croce di Piale; la Il Consiglio sanitario di Messina negava l'epidemia, per non interrompere il commercio con il continente; tuttavia, una volta sentite le notizie allarmanti provenienti dalla città siciliana, i reggini non si fidarono e stabilirono che quattro cittadini, due nobili e due civili, facessero la sorveglianza anche sino a Fossa, la quale allora non contava più di una settantina di abitanti e arrivava forse a duecento con Pezzo e Acciarello, borgo da poco formatosi a seguito dell'esodo della famiglia messinese degli Azzarello proprio a causa della peste. Evołusion demografega Altri projeti A Villa è attiva una società di basket maschile denominata A.S.D. L'attività industriale aveva fatto moltiplicare anche la popolazione: infatti Fossa nel 1777 registrava solo 236 anime, mentre nel 1811 gli abitanti erano 1 804, nel 1849 crebbero a 3 475 e nel 1901 raggiungevano le 6 647 unità. Il territorio comunale si estende prevalentemente lungo una fascia pianeggiante che costeggia lo stretto, mutando verso est e nord-est in basse colline che raggiungono modeste altitudini. Nel marzo di quell'anno una nave genovese carica di grano proveniente da Patrasso aveva portato la peste a Messina (fu quella l'ultima grande epidemia di peste dell'Europa occidentale). Nel 1927 il comune di Villa San Giovanni, assieme a Cannitello e ad altri comuni del circondario per un totale di quattordici, venne conurbato al comune di Reggio Calabria in seguito al progetto della Grande Reggio, mirato, secondo i promotori, a creare un unico polo urbano sulla sponda calabra dello Stretto di Messina. Sito istituzionale - http://www.comune.villasangiovanni.rc.it. I danni economici furono incalcolabili: fu distrutto tutto il centro abitato, assieme al porto con le nuovissime invasature, alla stazione e alla ferrovia, nonché alla maggior parte delle filande, mentre altre rimasero gravemente danneggiate; crollarono tutte le chiese e gli edifici pubblici. Il governo, con decreto del 26 gennaio 1933, restituì l'autonomia amministrativa a Villa San Giovanni, che comprese da quella data il territorio di Cannitello (sino al 1947 anche Campo Calabro e Fiumara).

Video Balli Latino Americani, Shark - Il Primo Squalo - Trailer, Buongiorno 2 Giugno 2020, Nomi Arabi Divertenti, Champions League Oggi In Tv In Chiaro, Dirigenti Polizia Di Stato Roma, Laser Gatti App, Statistiche Piloti F1,