La lettura del libro comunque non è tempo perso, alla fine qualche giusto interrogativo storico emerge dalle sue pagine. Forse per il fatto che non sono particolarmente appassionata del particolare momento storico, quindi non mi ha appassionata. LA STORIA . La gente, non Trina. A mio avviso però troppo monocorde e tutto sommato un po' noioso. Perotti, una missione e poi le… radici: “Batto il Siviglia e resto qui” Giugno 6, 2020 La Gazzetta dello Sport (C. Zucchelli) – Il passato di Diego Perotti è rappresentato dal Siviglia , il presente dalla Roma ed il futuro anche, o almeno questa è la speranza dell’esterno argentino. Lo stile di Marco Balzano è molto scorrevole e in generale abbastanza piacevole. Ve lo consiglio. in questa terra. {{addToCartResponse.ListPriceFormatted}} Marco Balzano è riuscito a farmi immedesimare in ogni scena, in ogni emozione, in ogni singola parola. Tenacia e ostinazione. Costretti in uno Stato del quale non si riconoscono le istituzioni. Con la tua recensione raccogli punti Premium. Per trovare le vecchie pagine web archiviate da Google, ovvero quelle nella sua cache (che è la ‘memoria’ in cui Google salva alcuni risultati, per un breve periodo di tempo di solito), si può utilizzare l’operatore cache: seguito dall’indirizzo della pagina che ci interessa recuperare. Le grandi storie di confine trovano in questo romanzo una nuova declinazione: alle radici della cultura italiana c’è la storia di un innesto violento tra due popoli, quello austriaco e quello italiano; il crocevia di tre ideologie, nazismo, fascismo e comunismo; c’è la lotta tra il passato rurale il futuro tecnologico. … Vedi il resto su: Read More Lo Spazio Bianco Dall'altro, la strega buona, che unisce la forza della parola, dell'istruzione, la coscienza e la volontà di difesa della propria identità. Senza magari curarsi della storia che quel simbolo rappresenta. 2,322 people follow this. Informativa sui cookie | Condizioni d'uso del sito | Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente. La traduzione francese di Resto qui ha vinto il Prix M챕diterran챕e 2019. Carino, scorrevole ma personalmente mi aspettavo di più. Sconto 5% e Spedizione gratuita per ordini superiori a 25 euro. {{addToCartResponse.SelectedProduct.Contributors}} Un romanzo che mette d'accordo critica e pubblico. Premio Viadana 2018 Nel libro di Balzano la storia raccontata da una voce narrante femminile descrive un fatto vero ma dimenticato, una gigantesca catastrofe che è stata l'atto finale di una persecuzione linguistica, etnica, culturale, morale avviata con l'italianizzazione forzata di una valle che da secoli si esprime in lingua tedesca. Entrambe sono incantatrici: la prima è maliarda e purtroppo fatale, l'altra è ostinata e combattiva. La storia di Balzano che si fonde con la Storia di un Paese ha questa qualità: raccontarci di Trina e dei suoi dolori, dei suoi disincanti, delle sue speranze (tutte annegate dentro quell'acqua che lascia affiorare solo un campanile solitario come un dito di STREGA rivolto a cielo per evocare un sortilegio o per ammonire chi sta in Alto) con la precisione chirurgica di chi osserva a occhi sgranati e cuore dilatato, di chi usa le parole come filigrana attraverso cui rivelare e non malcelare l'amor proprio. Trina ed Erich, seppur personaggi fittizi e non realmente esistiti, sono il simbolo di quegli abitanti, un grande modello di tenacia e forza d'animo, hanno perso sì ma hanno comunque combattuto fino all'ultimo giorno per le loro idee e la loro vita. Nessuno può capire cosa c è sotto le cose. Pur non essendo nulla di speciale per i miei gusti, ha il pregio di fare pensare a quella parte della storia che spesso viene dimenticata dai più, ossia la vita quotidiana in tempo di guerra. LaFeltrinelli Internet Bookshop S.r.l. Venti anni della nostra storia, Scandicci attraverso le pagine de La Nazione Scandicci, 4 ottobre 2020 - Venti anni di Scandcci, vista dagli occhi de La Nazione. "Guardo le canoe che fendono l'acqua, le barche che sfiorano il campanile, i bagnanti che si stendono a prendere il sole. Editore: Prisma. - A Socio Unico soggetta ad attività di direzione e coordinamento da parte di EFFE 2005 Gruppo Feltrinelli S.p.A. Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli, Cucina botanica. Resto qui è un romanzo dello scrittore italiano Marco Balzano, pubblicato nel 2018. Quando arriva la guerra o l'inondazione, la gente scappa. Questi sono probabilmente i termini che meglio rappresentano questo libro. Questi sono probabilmente i termini che meglio rappresentano questo libro. L’acqua ha sommerso ogni cosa: solo la punta del campanile emerge dal lago. Comunque da il significato della guerra "dietro le linee" dove la popolazione ha sofferto per le angosce dovute a fatti che non poteva prevedere. Premio Minerva 2018 05329570963 - R.E.A. IBS Netcomm Spazio consumatori. Personalmente il Premio Strega mi sembra un po' eccessivo ma si sa che i giudici non sono mai giudicabili... Da leggere, per comprendere la Storia e l'Assurdo umano. {{addToCartResponse.SelectedProduct.FileSize}}, Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto, {{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}, {{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}, Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}, Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}, Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}, 18,00 € IBS.it, da 21 anni la tua libreria online. Un romanzo scorrevole, dalla sintassi semplice ma icastica, fredda, raggelante. Fa venire in mente la resistenza alla TAV, all’Eolico Selvaggio, ai cambiamenti climatici. MENU SPECIALI Rinascimento 3.0; Penso Rinascimento ... LA STORIA ATTRAVERSO LE PAGINE DE IL RESTO DEL CARLINO. 10 e lode alla copertina (voglio lavorare nell’uffIcio marketing dell’Einaudi)! Personaggi e trama. Sul fondale giace il mistero di Curon. Poi arriva la guerra col suo seguito di ferocia, dolore e morte. 05329570963 - Reg. Pagine: 192 . L’acqua come leitmotiv in tutti i suoi stati, liquido, gassoso e solido: il lago, le nuvole e la neve. La resistenza dei valori e l’indifferenza dei più, i quali ambiscono esclusivamente alla tranquillità. Trina resiste insegnando tedesco nelle scuole clandestine, le katakombenschulen; Erich resiste facendosi capopopolo contro i costruttori italiani. Le nostre iniziative SFOGLIA LE PAGINE. Manlio - Recensione stregata scelta da Marco BalzanoQuando si dice che una prosa è essenziale si pensa a una scrittura che è come un rasoio: incide in profondità e con esattezza, senza farti sentire il dolore al suo passaggio. Pubblicato da Einaudi, collana … La motivazione di Pierluigi Battista per la candidatura al Premio Strega, «La copertina del romanzo Resto qui di Marco Balzano raffigura un campanile che spunta dalle acque di un lago. Credo di essermi chiesta cosa abbiano provato quelle persone, davvero tantissime volte, assieme al come mai sia una parte di storia poco conosciuta e studiata, a distanza comunque di tutto questo tempo. Bella l’idea di far raccontare la vicenda ad una donna, anche se sembra anche questa spesso una voce fuori contesto, come appena accennati risultano i temi dell’indipendenza del Tirolo e degli sconvolgimenti che la seconda guerra mondiale ha portato in quei territori. Informativa sulla privacy | Pagine inesistenti, ma la gente ci crede Dal Comune di Buglian alla compagnia telefonica: tutto finto, ma non sui social Ma è anche un romanzo sui rapporti familiari e sull’amore, declinato in ogni modo: per i figli, per i mariti, per i cani, per la propria terra e le proprie radici. Marco Balzano è un bravissimo scrittore e questo libro lo conferma. Hai raggiunto la quantità massima acquistabile per un singolo prodotto. e P.I. MI 1813088 - Capitale Sociale € 10.000,00 i.v. Informativa sulla garanzia legale di conformità | Scrivi una recensione per "Resto qui" Accedi o Registrati per aggiungere una recensione Il tuo voto. Difenderlo dalle ideologie politiche, dalla deturpazione, dall’invasione degli stranieri. Crescendo imparai la vera storia di quel luogo capii che mia madre aveva solo cercato di non darmi una tristezza non adatta ad una bambina. Il bollettino Covid di oggi: 3.883 nuovi contagi e 108 morti AGGIORNAMENTO / Veneto resta in zona gialla ma ad alto rischio Tutte circostanze molto attuali. “A Curon, un borgo della val Venosta distrutto nel 1950 per costruire una diga, ci sono arrivato un giorno d’estate. 'Resto qui' è un libro che mi è rimasto nel cuore. Trina 챔 una giovane madre che alla ferita della collettivit�� somma la propria: invoca di continuo il nome della figlia, scomparsa senza lasciare traccia. Lo scrittore Marco Balzano, Premio Campiello 2015, racconta com’è nato il suo nuovo romanzo: “Resto qui”, Einaudi. La storia di Trina insegnante nel piccolo paese di Curon. Marco Balzano ha la sapienza dei grandi narratori: accorda la scrittura al respiro dei suoi personaggi. EAN: 9788872649015; € 11,90 . Difenderlo dalle ideologie politiche, dalla deturpazione, dall’invasione degli stranieri. Verifica se è attiva la promozione collegata e le modalità di acquisto, {{addToCartResponse.SelectedProduct.Media}} Eppure nel 1923, Mussolini con le sue leggi è giunto sin lassù e ha cambiato i nomi alle strade e ha imposto l’italiano. Resto qui book. {{addToCartResponse.SelectedProduct.ProductType}} Attraversando, per caso, le buie pagine scritte dalla Seconda Guerra Mondiale. E ti dici che, probabilmente, solo un grande scrittore può riuscirci! Ti chiedi come sia riuscito, Marco Balzano, a scrivere, con voce femminile, di profondo Alto Adige, di una vita di una madre combattente, a cavallo tra le due guerre, del suo dolore profondo... Quando Mussolini mette al bando il tedesco e perfino i nomi sulle lapidi vengono cambiati, allora, per non perdere la propria identit��, non resta che provare a raccontare. Con il personaggio di Trina, giovane madre piena di passione e di speranza, Marco Balzano ha realizzato una splendida storia di tenacia e ha raccontato un amore per le proprie radici, che persiste anche nella più lucida rassegnazione.Gianluca CannilloRestare. Io resto qui Angelo Di Livio. Il racconto di una famiglia che lotta per sopravvivere in un contesto storico legato alla seconda guerra mondiale. Probabilmente con il prete, ma solo perché è l’unico a difendere i monti e le valli durante la costruzione della diga. Ma la scrittura di Balzano permette di ricostruire sentimenti, passioni, disperazioni e fughe rocambolesche di un microcosmo vitale eppure condannato attraverso una forza narrativa che inserisce le vicende private nella tragedia della grande storia.», Condizioni generali di vendita | Da quanto mi ha incuriosito son dovuto andare in visita al paese ed è stato bello rievocare le emozioni della lettura, Molto interessante. - Sede legale e amministrativa Via Tucidide, 56 20134 Milano - C.F. E, malgrado tutto, restare e combattere strenuamente con ogni arma possibile; la parola, su tutte. Premium, L'Agenda dei lettori Feltrinelli a prezzo speciale, Mattel: Barbie, Hot Wheels e Fisher-Price, {{addToCartResponse.SelectedProduct.Title}}, Informativa sulla risoluzione alternativa controversie consumatori - ADR/ODR, Informativa sulla garanzia legale di conformità. Decreto rilancio, mille pagine di desideri. 0 recensioni dei lettori media voto 0 su 5. Trama e commenti. Create New Account. Finalista al Premio Strega 2018Premio letterario Elba 2018 Informativa sulla risoluzione alternativa controversie consumatori - ADR/ODR | ⁣. Si si, ve lo consiglio . Lettura molto scorrevole! La suggestione la possiamo osservare anche noi sulla copertina del romanzo: si tratta del campanile mezzo affondato della chiesa di Curon, un villaggio della Val Venosta sommerso nel 1950 a seguito della costruzione di una diga.Oggi i turisti possono ammirare le vestigia di quella antica società rurale affondata e forse solo immaginare cosa è significato per gli abitanti dell’Alto Adige vedere sommerse le proprie case. Lo scrittore Marco Balzano racconta la vita che si conduceva in una terra di confine come l'Alto Adige durante il ventennio fascista e negli anni del dopoguerra. La fatica e le ristrettezze per sopravvivere in una borgata di montagna, il fascismo od il nazismo come unica possibilità di scelta, la scomparsa della figlia, la fuga dalla guerra e dai rastrellamenti, il ritorno e l’estenuante ed infruttuosa battaglia per difendere la sopravvivenza della valle prima che l’acqua sommerga ogni cosa. Una storia che Marco Balzano riesce a mettere insieme con rara delicatezza facendo perno sulla figura di Trina e del suo silenzioso e continuo dialogo con la figlia scomparsa. 2,342 people like this. Non c'è tempo per fermarsi a dolersi di quello che c'è stato quando non c'eravamo. Clicca qui per accedere al tuo account. Resto qui. Premio Mario Rigoni Stern 2019 La gente, non Trina. Per caso, perché la stessa sensazione e la stessa ostinazione -granitica come la montagna- sarebbe probabilmente emersa contestualizzando diversamente gli episodi: difendere la montagna dalla trasfigurazione del progresso, difenderla dagli eventi calamitosi. In poche pagine riassume appieno la storia. Quando arriva la guerra o l’inondazione, la gente scappa. Una lettura che rimane impressa. © 2005 WMGLaura Pausini - Come se non fosse stato mai amoreSpotify: https://open.spotify.com/artist/2e4nwiX8ZCU09LGLOpeqTHiTunes: https://itun.es/it/kFxd Non conoscevo affatto la storia di Curon e quindi ho iniziato a leggere questo libro un po' per curiosità. Come i pesci." Da allora non ha mai smesso di aspettarla, di scriverle, nella speranza che le parole gliela possano restituire. Un territorio di confine, personaggi been strutturati e umani. Quando tutto sembra finito però la pace di questi luoghi viene nuovamente interrotta dai rumori della costruzione della diga che procede nonostante tutto.⁣ Del resto mi è apparsa frettolosa la necessità di arrivare ad un finale, di certo più veloce del tempo impiegato dall’acqua per sommergere il paese. Sul fondale giace il mistero di Curon. Resto qui: recensione del libro di Marco Balzano. Andare avanti come diceva Ma', è l'unica direzione concessa. Consiglio il libro perché trovo davvero scorrevole e molto piacevole la lettura, e poi perché sono convinta che non dimenticare sia una cosa molto importante, specie ora che per le nuove generazioni la storia sembra non avere più molta importanza. La suggestione la possiamo osservare anche noi sulla copertina del romanzo: si tratta del campanile mezzo affondato della chiesa di Curon, un villaggio della Val Venosta sommerso nel 1950 a seguito della costruzione di una diga. 짬Se per te questo posto ha un significato, se le strade e le montagne ti appartengono, non devi aver paura di restare쨩. Quando ci siamo avvicinati al lago mia figlia ha iniziato a tirarmi il braccio e a chiedermi spiegazioni. Con una voce intima che restituisce vita alla Storia, ritrae la forza di una comunità nell'attimo in cui, aggrappandosi alla rabbia, sceglie di resistere.Finalista al Premio Strega 2018Premio letterario Elba 2018 Premio Dolomiti Sul fondale si trovano i resti del paese di Curon. Lui, Erich, è un pastore taciturno e solitario. La storia risulta verosimile e ben scritta, ma spesso ho avuto l’impressione che sia stata costruita per dar voce ad un’idea di vita montana che ha un’abitante di città, dove le montagne si pongono come ultimo baluardo al puro-incontaminato legame che l’uomo ha con la natura. Di queste fratture, di questi mondi alla deriva, resta un’immagine: il campanile sommerso dall’acqua del Lago di Resia.Resta l’impressionante spettacolo della resistenza del campanile malgrado lo scontro tra questi mondi. I primi casi di Petra Delicado, Massimo e i vecchietti del BarLume, Rocco Schiavone, Alicia Giménez Bartlett, Marco Malvaldi, Antonio Manzini, {{addToCartResponse.SelectedProduct.Media}}, {{addToCartResponse.SelectedProduct.ProductType}}, {{addToCartResponse.PriceWithPromotions}}, Risparmi {{addToCartResponse.DiscountFormatted}}, Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}}, Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}, *Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva, Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto, Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma, Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma, Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto. Quello è un messaggio fondamentale, perché la propria lingua nativa simbolizza anche l'attaccamento al territorio e il sentimento di appartenenza ad esso e alla sua comunità. Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Ed imparare ad arrendersi, con la forza consapevole di averlo fatto senza fuggire.Oggi in Alto Adige, a Curon Venosta, frotte di turisti vanno a caccia di selfie davanti al campanile sommerso, simbolo della battaglia perduta. Io resto qui. Andare a Curon, la nuova Curon, e fare il turista è semplice se non si sanno le vicende che si celano sotto quest'acqua, la resistenza degli abitanti che hanno combattuto fino all'ultimo perché la loro vita non venisse sommersa. or. + 6,90 € Spedizione, Gaia la libraia 07022140011, Narrativa italiana dalle origini all'Ottocento, Storiografia e metodologia della ricerca storica, Marco Balzano vince il Premio Bagutta 2019. Ma anche per proteggere un’identità da sempre confusa, quella dell’Alto Adige, terra di confini e lacerazioni, sballottata tra la cultura e le tradizioni teutoniche e il tentativo di forzata italianizzazione del periodo fascista.